Il blog della Prevenzione

Ricerca: ecco come l’urologo individua, precocemente, le forme più pericolose del tumore della prostata

Il tumore della prostata è diventata la neoplasia più frequente negli uomini, tanto che ogni anno sono 36mila i nuovi casi in Italia,
 dei quali 4.800 solo in Piemonte. Chiediamo il perché al Professor Paolo Gontero, Direttore della Clinica Urologica Universitaria della Città della Salute e della Scienza di Torino. E poi scopriamo come l’occhio, sempre più attento della ricerca, è in grado di distinguere precocemente le forme più pericolose di carcinoma. Da questo dipenderà, inevitabilmente, il modo di intervenire sul paziente. Perché il tumore della prostata è diventata la neoplasia più frequente negli uomini? Il principale fattore di rischio

CONTINUA A LEGGERE

Tabagismo, una vera dipendenza, non più un semplice “vizio”

Il carcinoma polmonare è al secondo posto, per incidenza, tra le neoplasie maligne maschili (preceduto solo dal tumore della prostata) ma, a causa della sua elevata letalità, è al primo per quanto riguarda la mortalità. Nelle donne europee è la terza neoplasia in ordine di frequenza, mentre è al secondo posto nelle donne statunitensi, nelle quali è anche diventato la prima causa di morte oncologica. Il fumo di sigaretta è senza dubbio il più rilevante fattore di rischio dell’insorgenza. Il Professor Alberto Oliaro, Professore Ordinario di Chirurgia Toracica dell’Università degli Studi di Torino e Direttore della Struttura Complessa di Chirurgia Toracica

CONTINUA A LEGGERE

Tumore della bocca: una visita di prevenzione può salvare la vita

  Il Italia il tumore della bocca ha un’incidenza di 8 casi ogni 100 mila abitanti ogni anno, con un numero di decessi di circa 3 mila pazienti all’anno. I sintomi iniziali quasi mai sono evidenti al paziente rappresentando un problema, essendo spesso causa di ritardo nella diagnosi della malattia stessa. Solo con le visite di prevenzione si possono individuare lesioni precancerose o tumorali in fase iniziale. I dati che emergono dal Servizio di Patologia e Oncologia della Dental School di Torino (responsabili il Professor Roberto Broccoletti e il Dottor Paolo G. Arduino) sono di circa 40-60 nuovi casi l’anno

CONTINUA A LEGGERE
LOGO_PREVENZIONE_ORIZZONTALE_2023