I Papillomavirus umani: cosa c’è da sapere

Che cosa sono i Papillomavirus umani (Hpv)

Sono piccoli virus che infettano la specie umana e non solo. Sono stati identificati oltre 140 sottotipi (classificati numericamente, ad esempio Hpv-16) e tra questi, circa 40 sono risultati associati a malattie del tratto ano-genitale, sia benigne che maligne.

Una dozzina di questi ultimi hanno la capacità di indurre, se rimangono nel corpo per molti anni, delle modificazioni pre-tumorali nelle cellule dell’essere umano, mentre altri (che sono definiti a basso rischio di trasformazione tumorale) sono associati alla comparsa di condizioni benigne come i condilomi genitali.

 

Come si trasmette il virus

Il virus Hpv si trasmette attraverso il contatto con la pelle o le mucose. Tuttavia è bene dire che sono solo i contatti prolungati che provocano piccole lesioni impercettibili a determinare il passaggio del virus da una persona infetta ad un’altra recettiva.

Le lesioni impercettibili che avvengono durante i rapporti sessuali sono quelle che facilitano la modalità di trasmissione più frequente, ovvero quella attraverso i rapporti intimi anche non penetrativi. Pertanto tutti gli individui sessualmente attivi possono essere coinvolti nel problema; ovviamente i soggetti giovani, o coloro che hanno un elevato numero di partner sessuali hanno un maggiore rischio di esporsi al contatto con il virus.

In linea generale si stima che il 75% della popolazione viene in contatto almeno una volta con uno o più tipi di Hpv nella sua vita. Di questi soggetti, solo una esigua minoranza non riuscirà ad eliminarlo dal corpo e una ulteriore piccola parte di persone potrà sviluppare una lesione pretumorale o tumorale.

Da “Nuova Speranza”, il magazine dell’Associazione per la Prevenzione e la Cura dei Tumori in Piemonte Onlus – 07/2018

Potrebbero interessarti anche

logo-Prevenzione