La Carta dei Valori dell’Informazione e della Comunicazione in Sanità

Recentemente la Rete Oncologica del Piemonte e Valle D’Aosta ha posto l’attenzione per la salute della persona nell’era dei social mediapresentando la Carta dei Valori dell’Informazione e della  Comunicazione in Sanità, elaborata dai referenti della comunicazione e della “Bussola dei valori” della Rete Oncologica e dagli Ordini professionali degli assistenti sociali, farmacisti, giornalisti, infermieri, medici odontoiatri e psicologi.

In occasione dellaseconda giornata della “Bussola dei Valori”e, nell’ambito dei “Progetti per l’attuazione della Bussola dei Valori”, la Rete Oncologica ha deciso di puntare nel 2019 su informazione e comunicazione avendo ben chiaro il ruolo strategico trasversale a tutte le professioni che hanno anche il compito di essere divulgatori e formatori. Un passo importante.

La Carta dei Valori, che è stata sottoscritta nei suoi 17 articoli, aggiorna la “Carta di Torino del 2008 dei Medici e Giornalisti” e racconta il percorso del gruppo di lavoro dei “professionisti della salute”, che attraverso il raffronto dei punti di vista di ogni categoria ha declinato i princìpi, semplici e chiari, per una corretta informazione e comunicazione in Sanità.

Le novità maggiori della Carta dei Valori, rispetto a quella del 2008, riguardano gli articoli dal 9 al 12che registrano i mutamenti della società e inseriscono misure di prudenzanell’utilizzo degli strumenti e piattaforme on line, senza per questo demonizzarle, sottolineando l’importanza dei giornalisti come “consulenti” per garantire da un lato la libertà di espressione e dall’altro quello dell’informazione. Gli articoli dal 13 al 16, invece, si soffermano sull’importanza della relazione con il paziente, inteso come persona, che va considerato nella presa in cura globale, senza dimenticare il contesto familiare.

La Rete Oncologica del Piemonte con questa iniziativa riconferma la propria costante attenzione nei confronti del malato, con un approccio che non si limita a garantire solo le migliori cure possibili, ma che attraverso la prevenzione e la divulgazione delle buone pratiche medico-scientifiche ha come obiettivo la crescita della sensibilizzazione dei cittadini.

 

Da “Nuova Speranza“, il magazine dell’Associazione per la Prevenzione e la Cura dei Tumori in Piemonte Onlus – 2019 – n. 1

Potrebbero interessarti anche

logo-Prevenzione